NEWS:
21/12/2011
Prima regola per tentare il salvataggio è riconoscere i propri errori ed i propri limiti. Chi continua a scaricare su altri, peraltro in contrasto con gli atti da lui stesso prodotti (verifica riequilibrio di bilancio 2007), la responsabilità delle proprie carenze non si pone certo nella condizione di trovare le soluzioni appropriate. Ma i tempi tecnici per procedere al salvataggio richiedono più di sei mesi. Ora l'unica cosa che questa amministrazione può fare (escludendo la tentazione di continuare a barare ignorando che la resa dei conti verrà tra qualche anno) è di avviare, decorsi tre mesi, una trattativa sindacale adeguata.
21/12/2011
Niente terrorismo, per favore. E comunque l'art. 33 si applica in funzione di diversi parametri, non semplicemente della percentuale abitanti. Bisogna ripartire dal progetto globale in virtù del quale è stata approvata la stabilizzazione dei dipendenti precari. E lavorare con competenza. E nessuno perderà il posto, senza ipotizzare soluzioni che non servirebbero a nulla, ma solo ad allargare la platea dei responsabili. E proprio quest'ultimo è il fine di chi mostra scenari di drastiche riduzioni e licenziamenti: coinvolgere altri nella propria disfatta facendo credere che lo fanno per salvare i dipendenti.
20/12/211
Trascorsi dieci giorni dalla comunicazione di cui al comma 4, l’amministrazione applica l’articolo 72, comma 11, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, in subordine, verifica la ricollocazione totale o parziale del personale in situazione di soprannumero o di eccedenza nell'ambito della stessa amministrazione, anche mediante il ricorso a forme flessibili di gestione del tempo di lavoro o a contratti di solidarietà, ovvero presso altre amministrazioni comprese nell'ambito della Regione tenuto anche conto di quanto previsto dall’articolo 1, comma 29, del decreto-legge 13 agosto 2011, n- 138, convertito dalla legge del 14 settembre 2011, n. 148, nonché del comma 6. Trascorsi novanta giorni dalla comunicazione di cui al comma 4 l’amministrazione colloca in disponibilità il personale che non sia stato possibile impiegare diversamente nell’ambito della medesima amministrazione e che non possa essere ricollocato presso altre amministrazioni nell’ambito regionale, ovvero che non abbia preso servizio presso la diversa amministrazione secondo gli accordi di mobilità. Dalla data di collocamento in disponibilità restano sospese tutte le obbligazioni inerenti al rapporto di lavoro e il Lavoratore ha diritto ad un'indennità pari all'80 per cento dello stipendio e dell'indennità integrativa speciale, con esclusione di qualsiasi altro emolumento retributivo comunque denominato, per la durata massima di ventiquattro mesi. I periodi di godimento dell'indennità sono riconosciuti ai fini della determinazione dei requisiti di accesso alla pensione e della misura della stessa. È riconosciuto altresì il diritto all'assegno per il nucleo familiare di cui all'articolo 2 del decreto-legge 13 marzo 1988, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 maggio 1988, n. 153, e successive modificazioni ed integrazioni.
05/12/2011
Convocato d'urgenza il Consiglio Comunale per deliberare altre alienazioni del patrimonio comunale. Io proporrei di segnalare il nostro sindaco al Presidente del Consiglio Monti. Magari lo nomina sottosegretario al bilancio e così con un paio di giochi di prestigio risolve i problemi dell'Italia e dell'Europa (e i nostri, di Itala). Siamo curiosi di conoscere cosa propone di vendere e quali supervalutazioni ha fatto redigere ai tecnici, sui quali (o sui consiglieri che gliele approveranno credendo di farla franca perché non tecnici) scaricherà poi le responsabilità del falso in bilancio.
05/12/2011
Equilibri di bilancio. Il Commissario Regionale Dott. Vincenzo Lauro ha diffidato il Sindaco ad attivare la procedura per la salvaguardia degli equilibri di bilancio 2011. Ci chiediamo se il Sindaco gli ha detto che il bilancio 2011 ancora non c'è.
29/11/2011
Associazione "Le Terre tra i due Capi". Da giovedì 8 dicembre a domenica 11 dicembre 2011 la prima edizione dei "Mercatini di Natale". Iniziativa dell'associazione con il patrocinio dell'Unione dei Comuni e delle Pro Loco di Itala e Scaletta e di quanti credono che il nostro futuro é nelle nostre mani e dobbiamo gestircelo noi.
22/11/2011
Convocato il Consiglio Comunale per lunedì 28 novembre 2011 alle ore 19,00 presso la Biblioteca Comunale. Al primo punto si preannuncia una comunicazione del Presidente del Consiglio Comunale "sul mancato inserimento all'Ordine del Giorno del Bilancio di previsione 2011". Non si comprende se il bilancio sia stato adottato dalla Giunta o meno. Certamente appare singolare che a fine novembre e quindi a fine anno, a termini abbondantemente scaduti, il preventivo 2011 non risulta ancora adottato e approvato. Se si aspetta un mese si può portare all'approvazione direttamente il consuntivo. Inoltre negli argomenti non sono state inserite le interrogazioni alle quali il Sindaco avrebbe dovuto rispondere in Consiglio: quelle del 13/10/2011 prot. 8561 (libro su Itala) e prot. 8563 (debiti).
06/11/2011
Un progetto che ancora può essere proseguito, un percorso che può essere ripreso con quanti siano sinceramente (ed onestamente) interessati al futuro di Itala, escludendo fuochi di paglia o vaneggiamenti di buona volontà (a parole) ma che non vanno oltre apodittiche affermazioni di principio o di desiderio.
06/11/2011
Domenica 13 novembre 2011 alle ore 19,00 Festa di San Martino organizzata dalla Pro Loco Giovannello da Itala.
18/10/2011
Troppe cose non quadrano. Pagamenti effettuati senza rispettare le norme di legge sull'ordine da seguire, la Cassa DDPP rifiuta un mutuo per pagare un debito rilevante e l'amministrazione trova i soldi per pagarlo, ma non si trovano registrati altri debiti pure rilevanti. Il Gruppo "Per il futuro di Itala" non si accontenta più di risposte vaghe o fuorvianti. O si mettono le carte in tavola o sarà chiesto l'intervento degli organi di controllo.

[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] [36] [37] [38] [39] [40] [41] [42] [43] [44] [45] [46] [47] [48] [49] [50] [51] [52] [53] [54] [55] [56] [57] [58] [59] [60] [61] [62] [63] [64] [65] [66] [67] [68]