NEWS:
11/10/2009
La Protezione civile prevede forti piogge in tutto il sud dalle prime ore della giornata. Se le previsioni dovessero rivelarsi esatte potrebbero sorgere problemi nei luoghi già investiti dalle precedenti precipitazioni.
10/10/2009
Non sparate sulla protezione civile. Se il Capo Nazionale, con la sua improvvida affermazione, ha messo in cattiva luce l'ente da lui guidato, ciò non vuol dire che l'intera protezione civile sia da condannare o sia stata inefficiente. Certo, l'azione di alcuni gruppi locali può apparire meno efficace di altri, ma quasi sempre dipende da come vengono gestiti e guidati. In pratica per ciascun Gruppo di P.C. se il capo, che per quelli comunali è il sindaco, non è all'altezza del suo compito, ciò non vuol dire che i componenti il Gruppo siano inetti. Anzi, a loro merito va detto che, se insufficienze vi sono state, essi sono stati capaci di supplirle. Altrettanto vale per le giunte e le maggioranze consiliari, nelle quali, pur se soffrono dell'eventuale giudizio negativo attribuito al sindaco, ciò non vuol dire che tutti i componenti meritino il giudizio negativo, anzi, a volte l'azione di questi supplisce e salva le inerzie di quello.
09/10/2009
CASE COMUNALI DI PIETRAROSSA: I Consiglieri Comunali del gruppo per il Futuro di Itala chiedono interventi in favore dei nuclei familiari danneggiati e la messa a disposizione dei 24 alloggi di Pietrarossa.
08/10/2009
Strada per Monte Scuderi. L'aerofotogrammetria con le frane in contrada Falica e Lampiello
07/10/2009
Sempre i consiglieri di minoranza chiedono di conoscere i criteri adottati per scegliere le ditte, inserite nell’elenco delle ditte di fiducia, cui assegnare i lavori di sgombero o di demolizione di edifici pericolanti.
07/10/2009
Il Gruppo Consiliare per il futuro di Itala si attiva proponendo all'amministrazione gli adempimenti necessari per evitare di incorrere nelle stesse inerzie dell'ottobre 2007.
07/10/2009
"Non è il momento delle polemiche". Fino al 25 ottobre 2007 anche noi avevamo sposato questa sollecitazione a non distrarre le autorità che dovevano provvedere alle emergenze. Oggi non più. Oggi abbiamo capito che quello era un alibi per allontanare il momento della responsabilità e spostarlo nel dimenticatoio delle promesse bugiarde. Oggi, invece, è più che mai necessario sollevare subito le polemiche, per allertare chi deve dare le deleghe alla gestione della ricostruzione (e delle demolizioni), per evitare che vengano incaricati gli stessi amministratori che, vuoi per incompetenza, vuoi per incapacità, vuoi per inerzia colpevole, hanno consentito che si verificassero tragedie e drammi, ad amministratori che all'inizio sono stati anche loro a guardare, incapaci persino di dare direttive ai propri dipendenti, finchè non hanno sentito odore di soldi, soldi facili da assegnare alle ditte (amiche) per lo sgombero e le demolizioni. Allora sono stati presi da un'insospettata superattività frenetica, sono diventati presenzialisti. E non dicano che avevano chiesto i finanziamenti che non sono arrivati. Sanno bene che le richieste bisogna farle e seguirle, bisogna dialogare con gli organi regionali, non basta mandare un progetto ed un'istanza. Laddove le istanze sono state seguite, spiegate, i finanziamenti sono arrivati e le opere di consolidamento sono state fatte. E là non ci sono stati crolli, frane e morti.
06/10/2009
Itala, strada per Monte Scuderi. Le foto di ciò che resta della strada in c.da Falica. Si notano i tubi dell'acquedotto che alimentano i serbatoi di Mante.
06/10/2009
ITALA: l'individuazione sull'aerofotogrammetria degli episodi franosi verificatisi intorno a Mannello, Borgo, Sopra i Luoghi e Casalello il 1 ottobre 2009.
06/10/2009
Meravigliosa dignitosa compostezza di chi, avendo subito danni e rischiato la vita, consapevole della tragedia che ha colpito i vicini fratelli, vive in silenzio il suo dramma avviando i lavori di sgombero, senza clamori né rivendicazioni per non stornare gli aiuti convogliati nelle zone più colpite.

[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] [36] [37] [38] [39] [40] [41] [42] [43] [44] [45] [46] [47] [48] [49] [50] [51] [52] [53] [54] [55] [56] [57] [58] [59] [60] [61] [62] [63] [64] [65] [66] [67] [68]