Auguri di Natale (a chi?)

Mi ero imposto, per il Natale, di non intervenire sulla scena pubblica e denunciare le mancanze dell'amministrazione, per non interferire sul clima natalizio del paese.

Ma è bastato un breve giro per le strade e sono stati sufficienti pochi scambi di opinione e notizie con alcuni cittadini perchè mi chiedessi: "Ma dove è il clima natalizio a Itala, anzi, dove cazzo è il clima natalizio a Itala".

Devo arginare l'impeto dell'indignazione di fronte a certe notizie, che dovrebbero costituire oggetto di ben altre destinazioni, perchè, per i perversi meccanismi delle procedure giuridiche, quand'anche denunciassi pubblicamente episodi di "disamministrazione", il primo ad essere iscritto nel registro degli indagati sarei proprio io.

E allora? Per il momento mi limito a dire questo:

Il Sindaco e i nostri amministratori non devono permettersi di farci gli auguri di Natale.

Non devono fare gli auguri di Natale ai cittadini che hanno presentato da due anni domanda per avere una casa comunale in locazione e continuano a risiedere in case dichiarate malsane e inabitabili;

Non devono fare gli auguri di Natale alle unità che hanno effettuato il servizio di assistenza anziani e non hanno ricevuto il compenso malgrado i soldi siano nelle casse comunali;

Non devono fare gli auguri di Natale a tutti i giovani di Itala che in passato avevano lavorato nei vari servizi finanziati dalla Regione, ai quali veniva quindi ripartito il finanziamento che questa amministrazione ha invece riservato a singole ditte;

Non devono fare gli auguri di Natale ai cittadini che sono stati danneggiati, lungo la riviera, dalle calamità del 25 ottobre 2007 ed oggi vedono distribuiti tra poche imprese enormi costi per lavori di ripristino di danni che non si erano neppure accorti si fossero verificati;

Non devono fare gli auguri di Natale ai cittadini, e principalmente agli anziani di Croce, che si son visti negare il servizio di trasporto urbano con il minibus;

Non devono fare gli auguri di Natale ai commercianti di Itala che pagano lo scotto della loro inerzia dopo il 25 ottobre 2007;

Non devono fare gli auguri di Natale agli ex amministratori ai quali non hanno ancora pagato gli ultimi mesi delle indennità (i cui fondi sono in cassa) mentre loro si sono già incassati le indennità dei primi mesi della loro "disamministrazione".

Non devono fare gli auguri di Natale ai creditori del Comune, i cui soldi sono in cassa, ma che non vengono pagati solo per gettare discredito alla precedente amministrazione;

Non devono fare gli auguri di Natale agli impiegati comunali ai quali fino al 24 dicembre non era stato ancora accreditato lo stipendio;

Non devono fare gli auguri di Natale a tutti gli abitanti di Itala i quali il Natale lo vivono solo guardando in televisione gli italiani che si divertono, mentre loro, se mettono il naso fuori di casa, si trovano in un paese nel quale le luci di Natale sono solo un ricordo e si chiedono cosa intenda fare l'amministrazione dell'avanzo di amministrazione 2007 (€ 473.259,67).